casa

Un disturbo alimentare è una malattia mentale e fisica che è caratterizzata da una preoccupazione con il cibo e il peso. Questa condizione è spesso così grave che la persona con il disturbo alimentare è in grado di concentrarsi su poche cose diverse dal cibo che mangia, quanto pesano e come si appaiono agli altri. Ad esempio, una persona con disturbi alimentari può mangiare piccole quantità di cibo o niente. Possono anche trascorrere ore a guardarsi allo specchio. Una persona con un altro tipo di disturbo alimentare può mangiare troppo o mangiare in segreto.
Molte persone con disturbi alimentari affrontano anche altre malattie. Questi sono chiamati co-morbidità, o malattie che coesistono con il disturbo alimentare. Per le persone con disturbi alimentari, queste altre malattie includono spesso depressione, disturbi d’ansia e abuso di sostanze.

Come cominciano i disturbi alimentari?
Il percorso da una dieta normale e sana ad un disturbo alimentare è a volte molto perplesso. Mentre la causa esatta è sconosciuta, alcuni fattori possono svolgere un ruolo nello sviluppo di un disturbo alimentare. Questo potrebbe includere problemi emotivi come la bassa autostima o il comportamento impulsivo. Eventi traumatici, abusi o pressioni per conformarsi alla definizione della bellezza della società possono anche scatenare un passaggio verso comportamenti malsani.

I disturbi alimentari possono cominciare lentamente, con diete di crash o overindulging di volta in volta. A un certo punto, queste abitudini di mangiare meno o mangiare di più cominciano a spirale fuori controllo. Il desiderio e l’azionamento di mangiare meno o più è soffiato fuori proporzione. Ciò porta ad un rapporto malsano con il cibo e il corpo.

Quando i disturbi alimentari sono più comuni?
Un disturbo alimentare può prima apparire durante gli adolescenti o gli adulti di una persona. Tuttavia, un disturbo alimentare può svilupparsi in qualsiasi momento nella vita. Ciò significa che i bambini e persino gli anziani possono essere a rischio di un disturbo alimentare.

Sia gli uomini che le donne sono entrambi affetti da disturbi alimentari. Tuttavia, questa condizione è più comune tra le donne e le ragazze. Gli uomini con un disturbo alimentare possono non essere diagnosticati perché spesso vengono considerati falsamente una condizione di sesso femminile.

Secondo l’associazione nazionale di disturbi alimentari (NEDA), ben 10 milioni di persone negli Stati Uniti hanno un disturbo alimentare. (NEDA, 2005)

Quali sono i tipi di disturbi alimentari?
Anoressia nervosa
Le persone con anoressia nervosa sono insoddisfatti ossessionate o fissate a mangiare, alimenti e al controllo del peso. Hanno una paura irrazionale di guadagnare peso. Molte di queste persone si vedono come sovrappeso o obesi, anche se confrontate con prove che sono sottopeso e malnutriti.

Non è raro che le persone con anoressia si pesano ripetutamente, anche più volte in un giorno. Possono anche ossequiosamente porre il loro cibo e mangiare quantità molto piccole quando mangiano.

Anorexia nervosa è il disturbo alimentare meno comune. Secondo gli istituti nazionali di salute (NIH), meno dell’1% degli americani avrà la malattia nelle loro vite. L’inizio medio per la malattia è di 19 anni. Tuttavia, è il più mortale dei tre principali disturbi alimentari. (NIH, 2007)

Anorexia nervosa può causare effetti collaterali o ulteriori problemi di salute. Questi includono:

anemia
Capelli e unghie fragili
stipsi
Secca, pelle gialla-colorata
Sensazione letargica o stanca frequentemente
infertilità
Mancanza di mestruazioni (periodo) tra le femmine
Lanugo, o la crescita dei capelli sottili che copre il corpo
bassa pressione sanguigna
Ha abbassato la temperatura interna del corpo. Questo può causare la persona a sentirsi fredda per tutto il tempo.
debolezza muscolare
Respirazione e impulso rallentati
Se non trattata, l’anoressia nervosa può iniziare a causare complicazioni più gravi. Questi includono:

osteoporosi
danno cerebrale
Danni al cuore
Insufficienza dell’organo
morte. Secondo l’Istituto Nazionale di Salute Mentale (NIMH), le persone con anoressia nervosa sono 18 volte più probabilità di morire presto rispetto a persone della stessa età che non hanno un disturbo alimentare. (NIMH, 2011)
Bulimia nervosa
Le persone con bulimia nervosa spesso mangiano grandi quantità di cibo in una sola volta, spesso in privato. Questo si chiama binge eating. Le persone con questo disturbo si sentono come se non hanno alcun controllo sui loro comportamenti alimentari. Per compensare, la persona si impegna in esercizio eccessivo, vomito auto-indotto o digiuno. Può anche usare diuretici, lassativi o un clistere.

A differenza delle persone con anoressia nervosa, le persone con bulimia nervosa possono apparire un sano e medio peso. Temono ancora di avere peso o di essere obesi o in sovrappeso, e spesso sono molto scontenti con quanto sembrano. Il loro obiettivo per perdere peso, guardare un certo modo, o essere una dimensione particolare diventa un’ossessione.

Circa l’1% della popolazione americana avrà bulimia nervosa nella loro vita. L’età media dell’insorgenza per la malattia è di 20 anni. (NIH, 2007)

Gli effetti collaterali fisici della bulimia nervosa includono:

Disturbo da reflusso acido
Cronica mal di gola o infiammata
Disidratazione dai liquidi purificanti e dal vomito
squilibrio elettrolitico. Vomito e