Molte persone hanno ancora del timore nei confronti degli appuntamenti online, mentre sempre più persone hanno usato il dating online per trovare la propria anima gemella o, magari, trascorrere un po’ di tempo con un nuovo partner.

Ma qual è la verità sugli appuntamenti online? Quali sono le principali evidenze che è possibile trarre dall’evoluzione degli incontri online?

È un settore ancora stigmatizzato

La prima evidenza che ci sembra di poter trarre, soprattutto dopo averne parlato con gli esperti di gnoccatravels.com, uno dei siti più competenti in materia, è che sebbene gli incontri online possano sembrare la via più veloce per trovare un partner, fino a quando non si raggiunge questo obiettivo si ha spesso l’impressione di essere dalla parte “sbagliata”.

In altri termini, il settore del dating online è ancora molto stigmatizzato, e alcuni ritengono che si tratti di una sorta di ultima spiaggia per cercare l’amore. Molti ritengono dunque che allacciare rapporti online sia da “sfigati”. Naturalmente, non è così e… basta leggere il secondo punto per rendersene conto!

I numeri del settore sono in forte crescita

La verità nel settore degli incontri online è che sempre più persone stanno popolando le principali piattaforme e i principali siti di dating. Il che ci conduce ad un’altra riflessione: sempre più rapporti nascono proprio dal web, e non dalle situazioni della vita reale.

Naturalmente, questo non significa che non si debba comunque continuare a frequentare locali e a cercare occasioni utili per allacciare rapporti. Significa bensì che i servizi che favoriscono gli incontri online dovrebbero essere considerati con la stessa dignità di altre occasioni di incontro. Nel corso dei prossimi anni la loro importanza continuerà a crescere.

Tante alternative significano che è difficile scegliere

La proliferazione di siti web e di applicazioni di dating online non è stata necessariamente una buona cosa. Certo, tantissime persone hanno trovato la propria anima gemella grazie a Tinder e ad altre applicazioni specializzate, ma sicuramente si conoscono molte più persone che sono state a due o tre appuntamenti con potenziali partner incontrati online, e che non hanno però dato seguito alla relazione.

D’altronde, incontrare le persone con le quali si è stabilito un primo approccio online è una cosa, ma conoscerle più approfonditamente è un’altra cosa, perché richiede un grande sforzo e la necessità di fronteggiare una grande incertezza.

L’ascesa di applicazioni come Tinder come piattaforma tra le più note app per i rapporti online ha dunque aumentato la velocità con la quale è possibile valutare un primo incontro, e il volume delle scelte e… dei rifiuti.

Insomma, il fatto che si abbia più opportunità di scelta non ha necessariamente incrementato la possibilità di andare a “segno”. Anzi, ora selezioniamo i candidati in modo più maniacale e ossessivo, spesso effettuando delle decisioni in millisecondi. Quando, probabilmente, sarebbe più opportuno dedicare a queste scelte un po’ più di attenzione, evitando di soffermarsi solamente sulla foto scelta per il profilo, e dimenticandosi di prestare la giusta consapevolezza al resto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *