Non tutti sanno che la seduta borsistica è suddivisa in diverse fasi consequenziali e… forse val la pena rammentarle, soprattutto se chi legge, in questo momento, non ha ampie esperienze in materia di investimenti finanziari!

Asta di apertura

La prima fase prende il nome di asta di apertura. È il momento in cui è possibile immettere ordini di acquisto e di vendita con o senza limiti di prezzo, con l’esecuzione che avverrà in un momento a caso nell’ultimo minuto, a un unico prezzo per tutti. Il prezzo al quale vengono effettuati gli scambi nell’asta dell’apertura è quello che permette il maggior numero di scambi, compatibilmente con quali sono le condizioni di prezzo inserite.

Negoziazione continua

Una volta esaurita l’asta di apertura si arriva alla fase di negoziazione continua, quando gli ordini di acquisto e di vendita sono immessi in modo continuativi. Tali ordini saranno eseguiti immediatamente (contrariamente a quanto avviene nell’asta di apertura!) se le condizioni di mercato lo permettono. In caso contrario gli ordini sono inseriti in un book di negoziazione (nei prossimi giorni vedremo di che si tratta), in ordine di prezzo, e di momento di immissione.

Nel caso in cui il prezzo del titolo giunga a superare il limite massimo di variazione, le contrattazioni del titolo sono sospese e inizia un’asta di volatilità della durata di 5 minuti, oltre a un intervallo massimo variabile di un minuto, con identiche modalità di negoziazione già viste per quanto concerne l’asta di apertura.

Asta di chiusura

All’opposto dell’asta di apertura troviamo, intuibilmente, l’asta di chiusura. Si tratta di un momento nel quale è possibile immettere ordini di acquisto e di vendita, con o senza limiti di prezzo.

Se quanto sopra vi ricorda da molto vicino l’asta di apertura… fate bene: anche in questo caso infatti l’esecuzione degli ordini di acquisto e di vendita ha luogo nel corso dell’ultimo minuto, a un prezzo unico per tutti. E anche in questo caso, il prezzo è quello che permette il maggior numero di scambi, compatibilmente alle condizioni di prezzo che sono state inserite.

Negoziazione al prezzo di asta di chiusura

Prende il nome di negoziazione al prezzo di asta di chiusura la compravendita che avviene nel periodo di tempo in cui è possibile eseguire operazioni di acquisto e di vendita esclusivamente al prezzo che viene determinato dall’asta di chiusura, nell’ipotesi in cui la fase di asta abbia dato luogo alla formazione di un prezzo, appunto, di chiusura.

In questo caso, la negoziazione avverrà mediante incrocio delle proposte immesse in acquisto e in vendita: nel caso di un’assenza da parte della controparte, la richiesta dell’utente non sposerà alcuna offerta e, di conseguenza, lo scambio potrebbe non avvenire.

In tal merito, rammentiamo che tutti gli ordini che sono ineseguite al termine di una fase di negoziazione (anche in maniera solo parziale) sono trasferiti con la stessa priorità di tempo e di prezzo alla fase successiva. Ciò non vale invece per gli ordini con validità giornaliera, che saranno cancellati alla fine della giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *