In Italia nella maggior parte delle spiagge è vietato l’accesso ai cani, non solo sull’arenile, ma anche nella zona del bagnasciuga. Per chi ama andare a spasso con il proprio amico a quattro zampe è una limitazione molto forte, soprattutto in alcune zone della penisola.

In Romagna e in Toscana però molti gestori si sono organizzati per creare uno spazio adeguato anche a chi non rinuncia al proprio animale da compagnia.

Le spiagge per cani

Anche se Toscana e Romagna sono le regioni che per prime si sono attivate allestendo spiagge adatte a coloro che vogliono passare le ferie con il proprio animale, questa proposta sta dilagando in tutta Italia.

Oggi quindi, e per fortuna vorrei aggiungere, si può trovare una spiaggia adatta ai cani un po’ in tutta la penisola, isole comprese. Le spiagge allestite per gli amici a quattro zampe non solo permettono all’animale di accedere al mare e alla sabbia, ma in genere offrono anche comodità appositamente studiate. Sono quindi disponibili zone con sdraio e lettini più ampie, in modo che il cane possa trovare tutto lo spazio di cui necessita vicino ai suoi proprietari.

Sono inoltre disponibili zone ombreggiate, così come luoghi dove fare i bisognini e anche attrezzatura per sfamare e dissertare il nostro amico, senza fargli mancare nulla.

E in albergo?

Prima di partire per le vacanze al mare oltre a trovare una spiaggia adatta è importante verificare anche il tipo di albergo o di casa in affitto in cui vogliamo soggiornare. Non tutti infatti sono disposti ad ospitare una famiglia con cani e gatti al seguito e in alcuni casi è necessario pagare una quota aggiuntiva per l’animale.

Oltre a questo è importante ricordarsi di controllare di essere in regola con tutto ciò che riguarda l’animale, tra cui i vaccini e anche la disponibilità di un’assicurazione di responsabilità civile.

I danni effettuati dall’animale infatti sono a totale carico del proprietario; in una situazione diversa dal solito anche il cane più dolce e ubbidiente ci può sfuggire di mano, causando danni alle cose o anche alle persone, di cui dovremo rispondere seduta stante.

All’estero con il cane

Prima di andare in un Paese straniero con il proprio animale da compagnia è importante verificare le leggi e i regolamenti del luogo che si intende raggiungere. In molti Paesi infatti, anche all’interno della Comunità Europea, è necessario possedere il Passaporto canino, per il quale è bene chiedere informazioni al veterinario.

Se si viaggia in aureo inoltre è bene ricordare che alcune compagnie non prevedono il trasporto di animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *